Chi Siamo

 

La IBSPA – Italian Baseball Softball Players Association è la prima associazione italiana che nasce con lo scopo di tutelare gli interessi sportivi, morali, professionali, economici e legali degli atleti e le atlete di baseball, softball e baseball per ciechi.

La IBSPA nasce dalla volontà di alcuni giocatori di lavorare insieme per rappresentare tutti gli atleti iscritti all’associazione che militano nei campionati italiani, senza distinzione di razza, sesso e livello tecnico.

La IBSPA è un’associazione totalmente indipendente dalla Federazione Italiana Baseball Softball (FIBS), dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI) e dalla World Baseball Softball Confederation (WBSC) e si propone come organo per la mediazione dei rapporti tra società, FIBS ed i propri atleti tesserati, al fine di tutelare gli interessi ed i diritti dei propri associati, intervenendo attivamente quando richiesto da uno dei tre soggetti appena citati.

La IBSPA offre servizi di carattere legale, assicurativo e di supporto nei rapporti tra i propri associati, le società e la FIBS e promuove la collaborazione ed il rispetto reciproco tra queste tre parti, proteggendo allo stesso tempo l’integrità e la popolarità del gioco.

Il giocatore ideale è l’atleta che si comporta professionalmente ancora prima di essere un professionista.
Vuoi diventare un professionista?
Sii professionale! Il professionismo per noi è una conseguenza diretta di questa mentalità.
L’I.B.S.P.A. si propone, nel pieno rispetto delle leggi dello Stato della Repubblica Italiana, delle prescrizioni del C.O.N.I. e della F.I.B.S. e nell’interesse dei propri associati attraverso:
usersPng

il potenziamento ed il miglioramento delle condizioni dei singoli associati, con particolare riguardo alla salute ed integrità fisica, fino al conseguimento di un completo sistema di sicurezza categoriale e sociale

CalendarPng

la promozione di iniziative utili alla categoria ed allo sviluppo dello sport del baseball e del softball: in particolare l’I.B.S.P.A. potrà organizzare su tutto il territorio nazionale attività di promozione per giocatori e giocatrici di baseball e softball, mediante collaborazioni con ex giocatori e/o giocatrici professionisti e/o dilettanti, che condividano gli obiettivi perseguiti dall’I.B.S.P.A.

EventrPng

la promozione di tutte le attività sociali in aiuto alla categoria dei giocatori che si trovino in situazioni di salute o, comunque, sociali disagevoli

ElevazionePng

l’elevazione professionale, culturale ed economica per una sempre maggiore valorizzazione del prestigio della categoria nel contesto sociale e sportivo

ConsulenzaPng

la prestazione di servizi di consulenza ed assistenza, anche di tipo legale, nelle materie attinenti all’attività sportiva e le attività a questa connesse

ComuPng

la rappresentanza nei rapporti con gli organi di informazione e nella negoziazione dei diritti d’immagine nel rispetto delle direttive emanate al riguardo dalla F.I.B.S.

Consiglio Direttivo

Presidente
Massimiliano Geri
Vicepresindente
Livinston Rafael Santaniello
Segretario Tesoriere
Stefano Desimoni
Consigliere
Marco Sabattani
Rappresentante degli Atleti Baseball
Alessandro Vaglio
Rappresentante degli Atleti SOFTBALL e BASEBALL CIECHI
Eva Trevisan
Assistente Speciale per i Rapporti Internazionali BASEBALL
Jason Michael Grilli
Assistente Speciale per i Rapporti Internazionali SOFTBALL
Greta Cecchetti

La Storia

La storia del baseball italiano è ormai nota ai più e trova le sue origini nel lontano 1884 a Livorno, dove tra il 23 e il 27 gennaio vennero giocati i primi incontri di baseball regolarmente documentati dalla Gazzetta Livornese che riporta come “Disfida fra marinari della fregata americana Lancaster e i marinari della corvetta Guinnebaug”.

Tra il 1889 e il 1947 il baseball italiano muove i suoi primi passi nel Bel Paese, prima con l’arrivo del tour di Albert Goodwill Spalding nel febbraio 1889, successivamente negli anni ’20 con un quindicenne Mario Ottino e l’amico Vic Canuto che iniziano ad organizzare le prime partite, e ancora con Guido Graziani, il Principe Steno Borghese e Bruno Beneck, senza dimenticare Bianca Germanio e le sorelle Zambelli che rispettivamente a Torino e a Milano daranno vita alle prime squadre di softball femminile nel 1949.

134 anni più tardi la prima Associazione Italiana dei Giocatori di Baseball, Softball e Baseball per Ciechi viene fondata proprio a Livorno, rendendo grazie ai pionieri e ai visionari del nostro sport come Marvin Miller, Branch Rickey e, ovviamente il padre del baseball italiano Mario Ottino, meglio conosciuto come Max Ott.

Molta strada è stata fatta dalle 16:49 di quel lontano 27 giugno 1948 quando sulla Gazzetta dello Sport il giornalista Franco Imbastaro scriveva <<[…]è nato il baseball italiano.>>: oggi, 3 generazioni dopo quei pionieri, noi della I.B.S.P.A. guardiamo a loro con l’obiettivo di migliorare l’etica e la professionalità di ogni atleta, ispirati ogni giorno dal coraggio e dalla voglia che quei grandi uomini e quelle grandi donne hanno avuto di giocare e far giocare.
M. Geri, Presidente della I.B.S.P.A.

Obiettivi futuri della IBSPA

  • Istituzione di un Contratto Unificato per gli atleti FIBS
  • Diritto di voto degli associati IBSPA nelle elezioni alla Hall Of Fame FIBS
  • Diritto di voto agli associati IBSPA per quanto riguarda decisioni che interessano direttamente le attività agonistiche, come la scelta delle palline e delle mazze omologate ammesse.
  • Abbattimento dei costi e miglioramento dell’accesso alla Giustizia Sportiva FIBS per tutti gli atleti
  • Studiare insieme alla FIBS e alle società italiane un sistema alternativo a quello del vincolo sportivo per gli atleti dai 14 ai 38 anni
  • Organizzazione di tornei internazionali dedicati agli associati IBSPA, sia in Italia che all’estero
  • Organizzazione di camp ufficiali sul territorio nazionale in collaborazione con MLB, MiLB, MLBPA, MLBPAA e NPF
  • Istituzione di premi dedicati ai migliori atleti e alle società italiane assegnati dagli associati IBSPA
  • Creazione del museo italiano del baseball e del softball