1 anno. 365 giorni (368 per la precisione) i giorni che sono passati da quello storico 27 settembre 2018, data in cui sono stati ufficialmente depositati presso l’ufficio dell’Agenzia delle Entrate di Livorno lo Statuto e l’Atto Costitutivo.

Il 2019 ci ha visti impegnati in un momento storico cruciale per il nostro movimento.

Un anno di successi grazie alle rappresentative giovanili e alle nostre ragazze del softball – guidate sul monte di lancio dalla nostra Greta Cecchetti – che si sono laureate Campionesse d’Europa ad Ostrava (Repubblica Ceca) e che qualche settimana dopo hanno staccato il biglietto per Tokyo2020 trionfando al Torneo di Qualificazione Olimpica di Europa e Africa di Utrecht (Olanda). Di tutto questo avevamo già parlato nell’articolo UN’ESTATE IN AZZURRO (PARTE 1: Nazionali GiovaniliPARTE 2: Road To Tokyo 2020).

Altro grande traguardo è stata la nascita della Lega Italiana Baseball Ciechi & Ipovedenti (LIBCI) con il primo anno di attività agonistica proprio con la stagione 2019, un successo della AIBXC della quale fa parte la nostra Eva Trevisan e che ci aveva visto vicini durante la CON3 2019 di Riccione illustrando l’attività dell’associazione a Jason Grilli insieme a Stefano Malaguti e Alberto Mazzanti.

Purtroppo però, il 2019 è anche uno degli anni più bui nella storia del baseball italiano: con la caduta del Rimini Baseball, il fallimento del Città di Nettuno e la rinuncia di Padova e Padule abbiamo assistito ad un massimo campionato di baseball italiano a 7 squadre, 24 partite totali di regular season, 14 partite per la Serie B da 32 squadre e perfino gironi da 3 squadre (si, tre) in Serie C che ha un bacino di 77 squadre, senza contare la caduta di una società storica del softball come il Liburnia, anch’essa affondata dalle gesta a dir poco pessime di dirigenti non qualificati e assolutamente non all’altezza del ruolo che ricoprivano, mettendo in grave difficoltà le atlete sia sul piano sportivo che personale.
Oltre a questo, l’introduzione di una DISPOSIZIONE PARTICOLARE nella Circolare dell’Attività Agonistica 2019 per quanto riguarda gli atleti nella finestra di trasferimento degli atleti che va dal 1° al 30 giugno che rischia di aumentare il tasso di abbandono dell’attività agonistica da parte degli atleti tagliati – i famosi Terzi Tagli – i quali non hanno alcuna possibilità di accasarsi presso altre società per colpa di una norma imperfetta. Ma di questo ne parleremo nei prossimi giorni.

La Nazionale maggiore capitanata dal nostro Alessandro Vaglio ha purtroppo mancato l’obiettivo Europeo a Bonn (Germania), rincorrendo per quasi tutte le partite del torneo le compagini avversarie per poi recuperare sul finale dell’incontro, tranne che in finale contro l’Olanda, piazzandoci al secondo posto sul podio.
Una settimana fa si è concluso anche il Torneo di Qualificazione Olimpica di Europa e Africa per il Baseball di Parma e Bologna e che purtroppo ha visto i ragazzi di Gilberto Gibo Gerali rimediare soltanto un 5° posto, appena sopra il Sud Africa, e che ci fa dire ufficialmente addio alle Olimpiadi di Tokyo2020. Una cosa che un atleta non dimentica facilmente, peggio di un infortunio.

Settimana/periodo pesante sotto ogni aspetto per gli azzurri che anche con il caso “Drew Maggi VS nazionale spagnola” hanno espresso un disagio che forse già dall’esterno si percepiva (o forse era una sensazione puramente personale), uno spettacolo pessimo a cui aimè non dovevamo assistere, sia da sportivi  che – soprattutto – come esempi ed educatori delle nuove generazioni. Piuttosto, abbiamo assistito a prove di resilienza, attitudini da veri professionisti che nonostante infortuni, condizioni avverse, contro tutto e tutti, sono scesi in campo offrendo non solo uno spettacolo tecnico di livello, ma soprattutto sportivo: parlo di Chris Colabello, Alessandro Vaglio e Giuseppe Mazzanti. Chapeau guys.
Con il termine delle qualificazioni Olimpiche, si conclude anche la carriera in maglia azzurra proprio di Peppe Mazzanti che ha annunciato il ritiro dalla Nazionale domenica alla fine della partita con gli oranje al Gianni Falchi di Bologna; in contemporanea, anche Gibo Gerali ha annunciato le proprie dimissioni da Manager della Nazionale Italiana rimettendo al Presidente Andrea Marcon e al Consiglio Federale la nomina del prossimo tecnico che dovrà guidare gli azzurri.

Sicuramente sarà una off season diversa per tutti quanti, improntata sul carpire da ciò che è appena passato gli insegnamenti utili per costruire il prossimo futuro.

Il bilancio della Italian Baseball Softball Players Association dopo 1 anno di attività è sicuramente positivo: il 1° ottobre 2018 abbiamo aperto alle prime iscrizioni, riscuotendo un successo verticale che va da atleti ed atlete delle rappresentative nazionali, a giocatori delle minors italiane (Serie B e Serie C) fino agli amatori. Motivo di orgoglio è stato ricevere la prima richiesta di associazione da parte di una atleta della LIBCI, il primo speriamo di una lunga serie.

Ci sono importanti conferme e alcune novità sul fronte delle collaborazioni internazionali, come quella con l’organizzazione no profit Baseball Without Borders Foundation del Presidente Juan Bustos che ha voluto incontrarci lo scorso agosto per parlare di come possiamo lavorare insieme per promuovere il baseball giovanile degli U12 e degli U15 in Italia aiutando le società ad organizzare tornei internazionali attraverso il loro supporto; tra le novità internazionali, dobbiamo sicuramente citare un nuovo supporter della IBSPA, un vero Uomo dei Sogni…anzi…l’unico: Dwier Brown!
L’attore americano che ha interpretato John Kinsella nel film L’Uomo dei Sogni (Field Of Dreams) a fianco di Kevin Costner, è stato entusiasta di salire a bordo per aiutarci a promuovere le future attività della nostra associazione proprio qui in Italia, sposando in pieno la nostra missione ed il nostro messaggio di lavorare a 360° per divulgare la filosofia di ciò che rappresenta il nostro sport.
Non possiamo svelarvi ancora cosa bolle in pentola, ma vi possiamo garantire che non stiamo più nei panni e contiamo di farlo al più presto…!

Si sono rafforzate anche le collaborazioni e l’ottimo dialogo con con nomi ed istituzioni che fin dal primo giorno ci supportano, tra i quali molti dei giocatori con origini italiane che militano in MLB, l’Associazione Italiana Avvocati dello Sport (AIAS) attraverso l’avv. Federico Bottazzoli e l’avv. Francesco Rondini, il dott. Claudio Nencini, il dott. Mirco Paggini, il trainer Valerio Ulivi, la dott.ssa Erika Mollo, la Happy Wheels a.s.d. , la DRK Sport a.s.d. e la Italian American Baseball Foundation (IABF)con la quale avevamo rapporti fin dagli albori della nostra nascita e che adesso si è rafforzata ancora di più grazie alle iniziative del Presidente Joe Quagliano.

Il valore e l’importanza di avere un’Associazione dedicata agli atleti, per gli atleti e degli atleti sta iniziando ad essere recepito, proprio come successe negli anni ’60 in Major League, e di questo siamo molto contenti, ma si può fare meglio e di più. Con questa consapevolezza, contiamo di avvicinarci ancora di più alle società, ai presidenti e alla FIBS per lavorare insieme su ciò che non va e per migliorare ciò che funziona, esattamente come ingranaggi di un unico solito motore.

Da domani entriamo nel 2° anno della IBSPA, un anno che per noi vuol dire lavorare sodo con progetti e proposte da presentare a tutte le realtà e a tutti gli interlocutori, senza precludere il dialogo con nessuno, ma anzi, cercando sempre di sederci ad un tavolo tutti insieme per il bene dei nostri ragazzi. Con oggi si chiude il primo Campionato Solare e da domani, martedì 1° ottobre, riapriranno le iscrizioni per associarsi alla IBSPA per il C.S. 2019-2020 con sconti e promozioni riservate a società e squadre. Ricordiamo che le domande di iscrizione potranno essere inviate entro e non oltre il 31 marzo 2020.

Concludo facendo gli auguri di Buon 1° Compleanno a tutto il Consiglio Direttivo della IBSPA, a tutti i sostenitori e anche a tutti gli scettici, con la speranza che un giorno possano incontrarci di persona per rivolgerci critiche e domande.

Ma l’augurio più grande lo faccio ai veri protagonisti della nostra associazione, gli sconfitti, i campioni, chi ha vinto una medaglia o chi ha combattuto anche solo per guadagnarsi un posto in squadra o un solo turno di battuta: i giocatori e le giocatrici di Baseball e Softball. A tutti voi che ancora trovate la forza di scendere in campo ogni weekend per divertirvi, grazie.

#happybirthdayIBSPA

 

FOTO DI ALESSANDRO VAGLIO: ©2019 PhotoBass/Lauro Bassani
Seguiteci anche sulla pagina FACEBOOK ufficiale, su TWITTER, INSTAGRAM ed iscrivetevi al nostro canale YouTube per contenuti esclusivi!
©2019 IBSPA – ITALIAN BASEBALL SOFTBALL PLAYERS ASSOCIATION. All Rights Reserved.